la medicina sportiva

La medicina sportiva, il benessere dell’atleta

La medicina sportiva è un campo della medicina che si concentra sulla salute e sul benessere degli atleti, nonché sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle lesioni e delle condizioni mediche legate all’attività fisica e allo sport. L’importanza della medicina sportiva può essere evidenziata attraverso diversi aspetti: 

  • Prevenzione delle lesioni: Gli specialisti in medicina sportiva lavorano per prevenire lesioni sportive attraverso l’educazione degli atleti sulle pratiche sicure, il monitoraggio delle condizioni fisiche e la raccomandazione di programmi di allenamento appropriati. Questo aiuta a ridurre il rischio di infortuni e a mantenere gli atleti in salute.

  • Diagnosi e trattamento: Quando si verificano lesioni o problemi di salute legati allo sport, i medici sportivi sono in grado di diagnosticare e trattare tali condizioni in modo specifico. Questo può contribuire a una ripresa più rapida e a una migliore gestione delle condizioni mediche, consentendo agli atleti di tornare in campo più velocemente.

  • Ottimizzazione delle prestazioni: La medicina sportiva non riguarda solo la gestione delle lesioni, ma anche l’ottimizzazione delle prestazioni degli atleti. Gli specialisti lavorano con gli atleti per migliorare la loro forza, resistenza, flessibilità e altri aspetti fisici, contribuendo a migliorare le performance sportive.

  • Promozione della salute generale: La medicina sportiva promuove la salute e il benessere generale attraverso l’attività fisica regolare e uno stile di vita sano. Questo non solo beneficia gli atleti, ma può anche ispirare altre persone a mantenere uno stile di vita attivo.

  • Ricerca e sviluppo: La medicina sportiva contribuisce alla ricerca scientifica nel campo della fisiologia dell’esercizio, della riabilitazione e delle lesioni sportive. Questa ricerca porta a nuove scoperte e migliori pratiche cliniche, beneficiando sia gli atleti che il pubblico in generale.

  • Supporto psicologico: Gli specialisti in medicina sportiva possono anche fornire supporto psicologico agli atleti, aiutandoli a gestire lo stress, la pressione della competizione e altri aspetti mentali dell’attività sportiva.

Numerose sono le squadre di Basket seguite da Guido Porcellini nell'ambito della medicina sportiva

L’impegno di guido: dalla oncologia alla medicina sportiva

 

Quando si parla di medicina sportiva è facile parlare di Guido Porcellini.

Guido è infatti un medico con una esperienza molto vincente in ambito sportivo, da anni sotto gli occhi di tutti e non solo dei riflettori.

Guido ha sempre praticato sport e questo lo ha spinto a portare la sua attitudine allo sport, alla vita sana e al benessere in tutti gli ambiti della sua vita.

Un importante incontro per questo suo percorso fu quello con il dottor Roberto dall’Aglio, neuroendocrinologo di Parma, un genio assoluto della medicina.

Grazie a lui Guido conosce l’altro lato della medicina: l’ozonoterapia, l’utilizzo delle vitamine ad alte dosi, il rapporto col farmaco a basso dosaggio, tutto ancora prima di iniziare a lavorare.

Nel 1995 avviene anche il primo incontro con il Rolfing, i primi osteopati dell’epoca.

Sotto Dall’Aglio Guido inizia a occuparsi dei malati oncologici, in particolare sviluppando due protocolli di detossificazione da chemioterapia a favore del malato oncologico. I due protocolli vengono accettati gruppo italiano dei linfomi.

Ed è lavorando a sostegno del malato oncologico che Guido arriva a realizzare una prima grande scoperta: la similitudine della situazione vissuta dall’atleta e dal malato oncologico.

 La differenza sostanziale è che il super atleta decide di fare tanti allenamenti e crearsi stress, perché l’allenamento è “stressogeno”, mentre il malato ce l’ha addosso, perché ha una malattia.

In ogni caso, questi meccanismi possono essere curati o meglio trattati e sostenuti con le stesse sostanze, tutte non farmacologiche.

Essendo stato atleta, avendo conosciuto Dall’Aglio che seguiva tantissimi atleti perché lui era un esperto mondiale nel recupero dello stress dell’atleta, Guido inizia a lavorare nell’ambito della medicina sportiva, sostenendo diversi atleti.

Inizia così a sviluppare diversi protocolli in ambito sportivo. Ecco la collaborazione con Filippo Magnini, con il Basket Siena con cui vince tanti scudetti e poi, ancora, con Giuliano Razzoli con il quale vince le Olimpiadi.

 Anche nella medicina sportiva Guido parte sempre da un programma di detossificazione dell’intestino con una dieta specifica per l’atleta per la pulizia intestinale. Questa stessa dieta può essere tranquillamente usata anche in un paziente oncologico o nel caso di malattie autoimmuni o, semplicemente, di fronte a una disbiosi intestinale.

Ovviamente il medico non può prescindere dal trittico delle meraviglie: visita, diagnosi e terapia.

I successi di Guido nella medicina sportiva

 

 

La dedizione di Guido è indirizzata sia verso atleti professionisti di spicco, come la nazionale di pallavolo della Polonia o la Scavolini Volley di Pesaro, sia verso gli appassionati del mondo sportivo. Il suo obiettivo principale è garantire un coinvolgimento sicuro e salutare nelle attività sportive, fornendo supporto a una vasta gamma di squadre, tra cui il Montepaschi Siena di Basket e il Viadana Rugby.

Tra i successi più significativi di Guido, si possono citare la straordinaria vittoria olimpica di Giuliano Razzoli a Vancouver nel 2010, quattro titoli mondiali nel pattinaggio artistico e due campionati mondiali nella danza sportiva. Ha anche contribuito in modo significativo alla conquista di ben 130 medaglie agli europei di nuoto grazie al suo impegno con l’ADN Swim Nuoto. Inoltre, ha seguito con grande passione diverse squadre di calcio, dalle serie B alla C, tra cui il Varese, Carpi e il Bassano del Grappa.

Guido ha svolto un ruolo di spicco nel mondo del nuoto come parte del Pool Metal Jacket. Nel campo del pattinaggio, ha seguito con dedizione l’atleta Linda Rossi, mentre nel pugilato ha collaborato con Matteo Signani. Nel mondo del motociclismo, ha canalizzato la sua profonda passione verso competizioni come Superbike, Stock 600 e Moto GP. E non da ultimo, nel tennis ha messo a disposizione la sua competenza per guidare la carriera del talentuoso Fabio Fognini.

“Il successo è la somma di piccoli sforzi ripetuti giorno dopo giorno” (Robert Collier)

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.